Malpensa, DHL Express raddoppia gli hub internazionali in Italia

Airbus A300 – Milan Malpensa, February 2007

Inaugurato a Milano Malpensa il nuovo Hub del leader mondiale della logistica, nuova porta d’accesso per Europa, Asia e Stati Uniti – Un investimento di 3,8 milioni di Euro

Milano Malpensa, 4 febbraio 2015 – DHL Express, leader mondiale nel trasporto espresso internazionale e SEA, società di gestione degli aeroporti milanesi, hanno inaugurato oggi all’aeroporto di Milano Malpensa il nuovo Hub Internazionale DHL Express, centro di smistamento delle spedizioni destinate ai paesi esteri.
Con il nuovo Hub di Malpensa, che gestisce oggi 12.000 spedizioni il giorno, pari al 20% delle merci movimentate quotidianamente in tutta Italia, DHL Express rafforza ulteriormente le proprie lane strategiche, grazie ai nuovi collegamenti con l’Europa e in particolare con Stati Uniti e Hong Kong, che permettono di rispondere, in maniera ancor più flessibile, alle esigenze di business delle imprese del Nord Ovest dell’Italia, garantendo un servizio più accessibile e tempi di presa e consegna delle spedizioni più ampi.
3 sono gli aeromobili basati presso il nuovo Hub DHL di Malpensa, per un totale di 6 movimenti il giorno che servono le seguenti rotte d’Import ed Export: 2 i voli verso Lipsia, operati con un Boeing 757, 1 il volo verso gli Stati Uniti (via EMA con Embraer) e 1 quello per Hong Kong (rotta bisettimanale il giovedì e la domenica, servita con Boeing 777).
La struttura, che si aggiunge a quella dell’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, ha richiesto un investimento di 3,8 milioni di Euro, si estende su una superficie complessiva di mq 11.620 – composta dal magazzino (8.000 metri quadrati), dalle aree di servizio esterne (3.300 metri quadrati) e dagli uffici (320 metri quadrati) – e impiega circa 70 nuovi lavoratori tra diretti e indiretti.

“L’inaugurazione di oggi rappresenta un passo chiave nella strategia di sviluppo di DHL Express Italia”, ha commentato Alberto Nobis, Amministratore Delegato di DHL Express Italia. ”Il nuovo Hub di Milano Malpensa, insieme con quello di Bergamo, costituisce un potentissimo strumento di supporto al sistema economico italiano al servizio dell’internazionalizzazione delle imprese. Abbiamo scelto l’aeroporto di Malpensa perché riteniamo costituisca un’infrastruttura strategica del sistema di connettività internazionale e intercontinentale dell’Italia settentrionale con enormi potenzialità di sviluppo”.
“L’aeroporto di Milano Malpensa movimenta il 55% del traffico merci italiano classificandosi primo nel settore cargo in Italia – dichiara Pietro Modiano, Presidente SEA – ed è anche l’aeroporto che nel 2014 ha registrato la più rapida crescita in Europa, rispetto agli scali della sua categoria, con un aumento del traffico merci del 9,1% rispetto l’anno precedente con circa 460.000 tonnellate. Oggi a Malpensa si effettuano oltre 220 voli cargo la settimana operati delle più importanti compagnie aeree del settore. Siamo perciò molto contenti della scelta di DHL di stabilire qui a Malpensa un nuovo Hub che in pochi mesi ha trovato posto nell’ex polo cargo dello scalo appena ristrutturato per rispondere al meglio alle loro esigenze e garantire alla propria clientela i più alti livelli di affidabilità, puntualità e tempestività delle spedizioni”.

DHL Express in Italia gestisce un network logistico composto di 11 basi: 2 Hub aerei Internazionali (il nuovo di Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio), 2 Hub domestici (Bologna e Carpiano), 6 Gateway destinati ai collegamenti interni (Ancona, Bologna, Roma Ciampino, Napoli, Venezia, Pisa) e 1 Hub movimento terra (Carpiano, Milano). La flotta mezzi è composta in Italia di 17 aerei e 1.900 furgoni (di cui 70 elettrici).

L’Airbus A300 di DHL Express

Airbus A300 (Pratt & Whitney PW4000 94-inch Fan Engine) – Milan Malpensa, February 2015

I 19 Airbus A300 della flotta sono equipaggiati con motori Pratt & Whitney PW4000-94 – © MXPhotos

DHL (European Air Transport - EAT) - Airbus A300

La cabina di pilotaggio dell’Airbus A300-600 è tecnologicamente più avanzata rispetto alle precedenti versioni B2 e B4 – La strumentazione analogica è stata sostituita con sei schermi CRT nei quali sono stati integrati i principali strumenti di volo e di navigazione – La postazione del tecnico di bordo è stata eliminata automatizzando, semplificando e riunendo i relativi controlli nel pannello superiore – © MXPhotos

(Ufficio Stampa SEA – MXPhotos)

Comments are closed.